lunedì 2 febbraio 2009

Romani strainculati: chiude il Traffic, il tempio della musica alternativa della capitale


Quando ho letto la notizia non ci ho creduto, e onestamente devo ancora realizzare.
Per chi non è di Roma e provincia, o comunque non c'è mai stato, sarà una notiziola da niente, ma per noi è davvero un lutto.
Signori, vi comunico che il Traffic chiude i battenti. Ora non ho capito bene (ho trovato notizie discordanti) se chiude definitivamente o non ospiterà più live, ma il discorso è lo stesso perchè il Traffic senza musica non è il Traffic.
Prima era Sonica, poi Traffic, ma per noi romani è ER TRAFFIC.
I piani per le serate iniziano sempre con "che famo stasera? oh apri myspace vedi che fanno ar Traffic!".
ER Traffic, non il Treffic. Perchè quel locale è praticamente un'istituzione di Roma. Ci hanno suonato un'infinità di gruppi, in quel posto sono nate le fondamenta della scena romana...e ora chiude. e io mi chiedo: NDO CAZZO VADO MO?
Il Traffic conservava tutte le caratteristiche del locale underground, atto ad ospitare bevute di birra e pogate.
Dove vedevi i concerti come vanno visti, fra il fumo di sigaretta e il sudore, dove palco e pubblico si fondono, dove il musicista diventa spettatore, dove puoi guardare chi suona negli occhi, e dove volano le solite goliardiche battute amichevoli, ovviamente in dialetto romano. Fino all'anno scorso il palco era ad altezza pavimento, che se non stavi attento al pogo ci finivi sopra e combinavi un casino.
Uno di quei posti che per trovarlo con la macchina ci metti mezz'ora, mentre arrivarci a piedi è una cazzata, uno di quei posti con i cessi con le scritte e gli adesivi delle band, uno di quei posti dove esci fuori fra un concerto e l'altro e chiedi una sigaretta al primo sconosciuto e ti metti a fare due chiacchiere, tanto se conoscemo tutti de vista e sticazzi.
Uno di quei posti dove i gestori sono davvero amichevoli, che la puzza sotto al naso non ce l'hanno.

La causa scatenante è la solita: il vicinato, questa entità quasi astratta, una specie di società massonica volta all'annientamento di tutto ciò di buono che c'è nella città delle trattorie, delle fraschette e dei locali tunz tunz a bizzeffe, che noi che ascoltiamo musica seria dobbiamo solo che darci una badilata sui coglioni.

Posti come il Traffic a Roma non ce ne sono, sono tutti troppo tirati a lucido, troppo puliti, troppo vicini a quel mondo perfezionista e conformista che cerchiamo in tutti i modi di evitare.

Ho visto locali di musica da discoteca peggiori, passo sempre davanti ad una discoteca e lì si che c'è CASINO, lì sì che si sente la musica a palla che esce dal locale.
Non c'è mai quella marmaglia di gente davanti al Traffic, perchè (s)fortunatamente la gente che ci capisce di musica è poca a Roma.


E mi chiedo perchè quella discoteca del cazzo è aperta, e il mio locale preferito chiude. Questo perchè se non c'è dietro una barca di soldi e qualche politicante interessato, i carabinieri danno voce ai vicini rompicoglioni che evidentemente mancano di vita sociale e non hanno di meglio da fare che rovinare le serate di quei "maledetti punk/metallari/drogati/nfami/fijiditroia/mastesseroacasaastudiare-lavorare". Il Traffic è uno dei locali meno "fastidiosi" che abbia mai visto.

Anche se l'ho frequentato (fa stranissimo scrivere al passato) poco, visto che comunque è un gran sbattimento per me muovermi a Roma dalla provincia, lì ho conosciuto molte persone, alcune delle quali sono mie amiche tutt'ora.
Tutti i ragazzi che scrivono in questa zine ci hanno visto un'infinità di concerti, alcuni ci hanno anche suonato, e sono sicura che si uniranno al mio sdegno e soprattutto alla mia amarezza.

E con questo se ne va a farsi fottere l'ultimo pezzo di vera scena underground romana.
E noi ce lo prendiamo cordialmente nel culo.

5 commenti:

AleHC ha detto...

..mi chiedo..e se avviamo una petizione???

Polaris ha detto...

dubito serva se c'è dietro un'ordinanza del tribunale. come mi pare di aver capito..
Comunque la notiza è terribile._.

daniellezer0 ha detto...

sì infatti poi mi pare di aver letto su nerds attack che comunque the end is not the end...anche se insomma, non si può parlare di aprire locali con tanta leggerezza.
io comunque spero con tutto il cuore che ci aprano una discoteca. poi rido davvero, vicinato ignorante :D

Valerio Martini ha detto...

Sono contento di averci visto almeno l'ultimo concerto serio.
La Quiete.

E poi vabbè l'infinità di roba che c'ho visto,dalla spazzatura a concerti con me medesimo protagonista o me guest star (HORSE The Band).

R.I.P. Traffic.
Eri un gran locale col cambiamento di gestione da Sonica a Traffic.

Pickles ha detto...

cazzo ;___; altra notizia di merda, devo dire...ebbene, mi ci ero affezionata, ogni volta che venivo a Roma mi ci facevo sempre portare, e adesso ndò vado, pur'io? ;__;